TRAME DI SEGNI E COLORI

Oggi giochiamo con GIUSEPPE CAPOGROSSI!

Il pittore romano Giuseppe Capogrossi negli anni ‘40, quando abbandona riferimenti alla realtà e verosimiglianza per raffigurare segni simbolici astratti. Ed è proprio con tale cambiamento che viene a delinearsi  il carattere del suo operare artistico. Ad interessare Capogrossi, infatti, ormai è solo la superficie segnica della trama. Un’unità tracciata dall’artista il cui significato non deve essere spiegato poiché trova ragione d’esistere nel gesto e nell’atto del tracciare. Capogrossi gioca con assoluta libertà con il suo segno creando composizioni attraverso colori, linee e qualità della carta. Il segno è nell’essenza sempre lo stesso, pur disegnando ogni volta superficie differenti.

LAB

Materiale:

  • Fogli bianchi
  • Colore a tempera (giallo, rosso, blu, nero)
  • Stuzzicadenti, posate di plastica, spugne
  • Sagome di diverse dimensioni del segno di Capogrossi
  • Forbici
  • Colla

Procedimento: Per creare composizioni ritmate Capogrossi utilizza differenti carte colorate caratterizzate da trame diverse. Cominciamo dunque a disegnare carte con differente trame e colori. Come? Semplice diamo al bambino tre  o quattro fogli bianchi e mettiamo a disposizione i colori primari (giallo, blu e rosso), quindi coloriamo i fogli creando effetti differenti con stuzzicadenti, spugne, posate di plastica ecc.. Con il colore nero procediamo a colore un ulteriore foglio. Capogrossi costruisce composizioni in cui si costruisce una variazione attraverso la qualità e la quantità del segno. Ma quale segno? Un suo segno personale, simbolico, identificativo dell’artista stesso. Dopo aver mostrato al bambino opere del nostro artista per mostrare la varietà in cui uno stesso segno-simbolo può essere usato per trasmettere diverse sensazioni ed emozioni, invitiamolo a creare e disegnare un proprio segno, una rielaborazione del simbolo di Capogrossi. Riportiamo la sagoma del nostro segno sulla carta dipinta di nero. Una volta che il foglio è pieno procediamo a ritagliare le sagome del segno. Ora, con dei pezzettini delle carte colorate creiamo un patchwork che svolgerà il ruolo di sfondo per la nostra composizione. Sopra ad esso giochiamo a posizionare il segno in modo differente, divertendoci a dar vita a contrasti, equilibri, sovrapposizioni. Una volta che il bambino sarà soddisfatto della composizione incollare la nostra composizione di colori e segni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...